Il recupero degli abiti ed accessori di abbigliamento usati, riguarda una frazione della raccolta differenziata dei rifiuti urbani provenienti da aree della nostra penisola di piccole, medie e grandi dimensioni , fino agli ambiti territoriali ottimali.
Per questa particolare tipologia di rifiuto urbano sono utilizzati ai fini della classificazione i seguenti codici CER:
  • 200110 – abbigliamento ;
  • 200111 – prodotti tessili .
Gli indumenti usati originati da cicli di post-consumo, sono raccolti capillarmente e raggruppati per l’invio ad impianti autorizzati alla gestione di rifiuti (ai sensi del D.Lgs 152/06) dove il processo di trattamento determina come risultato finale:
  • la qualifica ad “indumenti ed accessori di abbigliamento utilizzabili direttamente in cicli di consumo” ;
  • la qualifica a “materie prime seconde per l’industria tessile” ;
  • altri impieghi industriali .
Il recupero delle materie, oltre a rappresentare un importante fattore economico e strategico per l’approvvigionamento delle materie seconde per i settori produttivi, si presenta come un importante alleato per l’abbattimento dell’impatto ambientale dell’industria.